SCROLLING BAR

Se ti piace scrivere e leggere visita la G+ community " BREVI RACCONTI ".

farfalla

il post della settimana

I dispensatori del nulla

Avremmo più bisogno di insegnanti che ci aiutino a inseguire un sogno, che di pastori che tarpano le ali, essi stessi privi di principi e ...

lunedì 2 giugno 2014

Nettare amaro



Germogli arsi
spuntano ancora vivi nella roccia 
anelanti e smaniosi di linfa vitale.
Nei canali sotterranei
 fiumi di magma scarlatto 
ribollono
incessanti.
Gli spasmi cadenzati sgretolano l'epidermide,
 e lentamente piegano il frusto calco mitizzato.

Lo squasso tramuta e muta, 
incurante degli ultimi sussulti
 e dei mai spenti desideri
 nè delle erotiche e croniche tentazioni.
 
 Lo scandire mobile ed eterno
 che altera inesorabile 
 l'immagine imputata.

 
Un proseguir dolente.
 E infine cede 
come foglia al vento.
come un refolo perenne
 un soffio dannato 
che alita e sbuffa.

 Logora, corrode
spargendo contro
canizie e giudizio
 di cui nessuno anela 
nè mai ambisce.


Affanni e ripari i solchi
t'appresti a ricoprir le ordite incisioni
che come spire immonde
 disegnano impietose quelle membra.
T'annulli per l'apparire 
 e nulla è valso, 
lo stupore e l'incanto 
di un passato ormai compiuto.
 Dell'avvenire certo non agogni
Rimangono i ricordi
 e la bramosia
che t'è come l'ambrosìa 
d'antico corpo.
 Nettare amaro.















                                              




Vorrei ringraziare l'autore del disegno, scusandomi con lui per non conoscerne il nome
chi l'individuasse come proprio  e desidera comunicarlo, può farlo all'indirizzo
limpha.nefer@gmail.com grazie


  

Nessun commento:

Posta un commento