SCROLLING BAR

Se ti piace scrivere e leggere visita la G+ community " BREVI RACCONTI ".

farfalla

il post della settimana

I dispensatori del nulla

Avremmo più bisogno di insegnanti che ci aiutino a inseguire un sogno, che di pastori che tarpano le ali, essi stessi privi di principi e ...

martedì 11 marzo 2014

L'eccellenza


















A te mirabile è l'omaggio.
A te che stagli la tua mole dura e maestosa
e eccelsa appari nella volta quieta e silenziosa.
Ai miseri colmi gli occhi o eletta pietra!
 E te che ci osservi ancor più logorata
nel nostro infimo e gramo quotidiano

Tu che di sezione aurea sei stata misurata
 e di geometria stregata sei d'interno.
Sei nell'immenso e raggiungi l'orizzonte,
e di lassù nel sommo viaggio che sgomenta.
 remota celi il tempo all'umanità ostinata.

Di sempiterna compiutezza sei il monumento
ne da testimonianza il firmamento
che punti a richiamar l'azzurro con l'estrema vetta
 tu che dei tuoi profili sei e rimarrai l'eletta.

Tu poderosa poggi sul planare raffinato
plasmato fu, e di roccia viva calibrato
così evoluto e ardito nella perfezione
dall'apparir estraneo a noi nell'avvenire.

Qual uomo antico fu così preciso e di numeri d'oro così virtuoso,
da equiparar fedele a te la Terra?
E' qui che sorge la lacuna:
poichè di quell'uomo a venire
mai più nessuno ne misurò alcuna.

Eppur chi mal t'ha studiato a convenir s'appresta
narrando di te il falso, e a offendere d'intelletto dice:
-E' vero! Persino il luminare l'ha attestato-
Sproloquia lo scienziato!
Lui ciarla invero e a vanvera  illuso giura
che quello è proprio un segno dell'umano.

Non è di mani umane che fosti modellata,
giacchè quelle stesse membra t'hanno solo martoriata.
E allora dunque a te che sei sapiente e di imperitura equanimità,
rivelerai l'arcano eterno, dell'invocare che si volge a te:
 "Chi è codesta, chi mai la volle?"
Tu non risponderai...
di civiltà mediocre è la pretesa.











Nessun commento:

Posta un commento