SCROLLING BAR

Se ti piacciono le filastrocche, scaricale su Play Store alla voce filastrocche illustrate".

farfalla

il post della settimana

Il sogno

Il sogno è opera dell'incoscienza e s'alimenta di conoscenza. Nel sogno il tempo non scandisce l'ore, tuttavia  muore nel tem...

lunedì 31 marzo 2014

Voi non vivete nel mio mondo.




Remoti e inspiegabili messaggi si insinuano nella mia mente, mi pressano, sono sempre più insistenti. Cerco di assimilarne il meno possibile ma così non riesco a decodificare l'essenza, lo scopo di quei dolorosi impulsi.
 Sono inesperto e immaturo, mi sforzo e reprimo la nausea che mi attacca le membra, devo essere pronto al distacco, ancora un piccolo sforzo e sarò come loro. 
Quello che vogliono, che vogliamo conoscere, è chi fermerà la sequenza distruttiva che ha già invaso i contatti, chi potrà mai fare in modo che ritorni nel suo antico legame terreno, e chi ricucirà le ferite inferte fin nell'interno del nucleo. 
Io rispondo ai messaggi negando, mi estraneo  ma ho contribuito al disfacimento. Il mio passato è il presente, senza fine nè tempo, è vivo e pressante, gravido di morte e crudeltà. Questa insoddisfatta esistenza mi chiama ancora a sè, mi vuole con sè,  lo sento e lo temo.  "Non ne voglio più sapere, vi prego venite a prendermi!" 
Voi che siete qui intorno a me, non ci siete, perchè sono io che vi faccio vivere! 
   Tuttavia io so, so di non essere solo, di non essere l'unico in questo eterno oblio. Eppure questo è mio modello,  la mia  idea di combinazione che io, soltanto io ho scelto.
Questa è la mia ricerca d'equilibrio, il mio arco vitale che devo oltrepassare e voi siete lo strumento che mi consentirà di farlo.
Ma voi non esistete! Voi non siete qui davvero, voi siete solo nella mia testa e questa è  la mia volontà, non è la vostra! Lasciatemi essere quello che vorrei essere!
Anche se vi ho voluto nel mio viaggio; io mi chiedo ancora per l'ennesima volta:
 perchè voi avete scelto me nel vostro? E' dunque possibile che sia stata una nostra scelta?
Se è vero allora perchè siete, siamo così ottusi?
Non sapete che i cieli si apriranno solo quando conquisteremo la conoscenza e che solo allora potremo attendere insieme quelle visite inaspettate che a lungo abbiamo invocato? 
Sappiate che esse scenderanno  gradini di nuvole, inondando di accordi armonici le nostre orecchie e ci sazieranno con la loro beltà.  
 Voi io, ognuno con la propria sapienza comprenderà e farà scelte per il bene comune e da quaggiù  ci guarderemo di nuovo l'un l'altro con gli occhi bambini.  
Sarà come respirare finalmente aria pura e fresca,  e ci innalzeremo verso l'alto insieme a loro in una connessione univoca, tra  sorrisi radiosi perduti. 
Lasceremo andare via per sempre la follia selvaggia e irragionevole, e ci uniremo tutti in un solo essere cosciente diventando la collettività garante.  
Noi daremo di nuovo il soffio vitale, poichè avremo acquisito la certezza del Giusto. 
Noi diverremo i veri attori della vita e della morte,
 noi i sottili fili che muoveranno l'universo,
noi torneremo assieme anime pure che inonderanno di pace la nuova era. 
 Noi insemineremo  il nuovo spazio e saremo liberi nella profondità dei sogni più incredibili
di incontrare di nuovo pensieri elevati  di meraviglia.
Infine vedremo e constateremo tutto quello che eravamo stati capaci di creare pet ricominciare il cammino disperso, la strada di Luce da percorrere insieme. 
Tuttavia io so che voi adesso siete nella mia realtà della mia esistenza perchè sono io che lo voglio e tutto quello che mi accade e persiste è soltanto dentro di me e là fuori non c'è nulla.  
   Per questo voi, voi che vivete nel mio mondo, non ci siete per davvero.




A Battlestar Galactica :-)

Nessun commento:

Posta un commento